PEDAGOGIA / ISTRUZIONE PARENTALE

ISTRUZIONE PARENTALE

SECONDO SETTENNIO

DA SETTEMBRE 2014 SI È DECISO DI DARE L’OPPORTUNITÀ ALLE FAMIGLIE DI CONTINUARE IL PERCORSO EDUCATIVO WALDORF ANCHE CON LE CLASSI ELEMENTARI E SI SONO POSTE LE BASI PER LA REALIZZAZIONE DI UN CICLO DIDATTICO COMPLETO (FINO ALL’OTTAVA CLASSE).

Nel secondo settennio il bambino ricerca il rapporto con il mondo e con chi lo abita, acquista quindi importanza l’educazione dei sentimenti attraverso l’esperienza del bello. Il maestro come autorità amata diventa la porta che si affaccia sul mondo ed è per questo che sarà la figura di riferimento per la classe durante tutti e otto gli anni del percorso educativo, affiancato da altri insegnanti specializzati nelle singole materie. Per raggiungere gli obiettivi formativi e didattici che la scuola steineriana si prefigge viene utilizzata una specifica metodologia didattica: l’insegnamento a periodi (epoche). Questo tipo di insegnamento, che propone nelle prime due ore di lezione, tutti i giorni per più settimane di seguito, la medesima materia (disegno di forme, lettere o numeri) offre ai bambini l’opportunità di viverla pienamente e di comprenderla in profondità. Nelle restanti ore vengono invece proposte lezioni di pittura e disegno, musica, canto e strumento, euritmia, lavori manuali e ben due lingue straniere. Allo scolaro tra i sette e i quattordici anni d’età, il mondo e le conoscenze vengono proposte prevalentemente attraverso il sentimento e la volontà: da qui la grande importanza che nelle scuole Waldorf viene attribuita alle attività artistiche e manuali. Per quanto riguarda la valutazione finale, non la si deve considerare come una semplice valutazione di merito o di rendimento ma si inserisce questo aspetto in un quadro più ampio che tenga in considerazione la personalità del bambino.

Allo scolaro tra i sette e i quattordici anni d’età, il mondo e le conoscenze vengono proposte prevalentemente attraverso il sentimento e la volontà: da qui la grande importanza che nelle scuole Waldorf viene attribuita alle attività artistiche e manuali.

ALLO SCOLARO TRA I SETTE E I QUATTORDICI ANNI D’ETÀ, IL MONDO E LE CONOSCENZE VENGONO PROPOSTE PREVALENTEMENTE ATTRAVERSO IL SENTIMENTO E LA VOLONTÀ: DA QUI LA GRANDE IMPORTANZA CHE NELLE SCUOLE WALDORF VIENE ATTRIBUITA ALLE ATTIVITÀ ARTISTICHE E MANUALI.
istruzione-parentale
istruzione-parentale
istruzione-parentale

"Il metodo della scuola Waldorf cerca di adattare completamente il piano di studi ai principi di sviluppo, alle forze di sviluppo del bambino secondo le diverse età. Fino ai nove anni è necessario parlare delle cose del mondo, di piante e animali, di monti e fiumi come nelle fiabe, appellandosi di preferenza alla fantasia; piante, montagne e sorgenti gli devono parlare e venire incontro dal mondo esterno con lo stesso linguaggio che egli conosce già in se stesso. Quando raggiunge l’età caratterizzata fra i nove e i dieci anni, lo conduciamo alla botanica che fa parte dell’intelletto, ma dell’intelletto mobile, vivente e alla zoologia che conduce al rafforzamento della volontà."
R. Steiner

5x1000
dona